16 Dicembre 2015

Scoperta di un tesoro di un metallurgo risalente a quasi tremila anni fa

Il Museo Archeologico del Medio Corso dell’Oder a Świdnica vicino Zielona Góra ha ricevuto ancora un altro tesoro – circa 400 reperti in bronzo per un peso complessivo di 14 kg, datati in via preliminare alla fine dell’Età del Bronzo, al periodo 900 – 700 a. C.
Julia Orlicka-Jasnoch, dal Museo Archeologico del Medio Corso dell’Oder a Świdnica, ha spiegato che il termine tesoro per l’archeologia non è sempre il vaso con le monete. Questa volta si tratta di un deposito di bronzo, risalente ai tempi della Cultura Lusaziana.
La scoperta fu effettuata nel tardo Novembre nella municipalità di Babimost, vicino Nowe Kramsko. Reperti in bronzo furono probabilmente dissodati e rimasero insieme sulla superficie con i frammenti del contenitore. Quest’area è nota per i numerosi ritrovamenti di questo genere, e l’insediamento piuttosto ricco.
“Dato che i reperti in bronzo erano in un contenitore, siamo certamente di fronte a un’azione deliberata. Questo è ancora una volta uno dei cosiddetti tesori del metallurgo. L’inventario comprende l’intera attrezzatura del laboratorio del bronzo: stampi, oggetti finiti, così come frammenti, e residui di produzione.  Il proprietario del laboratorio produsse principalmente asce e falcetti, forse anche punte di lancia “- Orlicka-Jasnoch ha riferito a PAP.
Secondo gli specialisti, i reperti più interessanti nel set sono i due stampi in bronzo, uno per produrre asce, l’altro per fare falcetti. Gli stampi fatti di questa lega sono molto rari nel nostro Paese. Finora, solo 10 di questi oggetti circa sono noti nell’intera area polacca, senza contare quelli ritrovati recentemente. Tre di questi sono nella collezione del museo a Świdnica.
Attualmente, la scoperta è nella fase preliminare nella quale si inventariano i reperti, e attende la decisione del Conservatore Regionale di Lubuskie sui diritti di proprietà. Nell’evento di un’opinione positiva del Conservatore, ci sarà bisogno di acquisire finanziamenti per la conservazione ed analisi specializzate.
“Solo allora procederemo con lo studio, che – si spera – aumenterà la nostra conoscenza dell’antica metallurgia e permetterà di datare più precisamente il tesoro da Nowe Kramsko” – ha aggiunto Orlicka-Jasnoch.
Dopo completamento del processo di ricerca, il tesoro da Nowe Kramsko raggiungerà le numerose mostre presentate nel Museo di Świdnica, mostrando lo sviluppo e la cultura degli antichi abitanti di queste terre.
Il Museo Archeologico del Corso Medio dell’Oder a Świdnica è un’istituzione culturale subordinata al governo locale di Zielona Góra.
 

Traduzione da PAP – Science & Scholarship in Poland. PAP non è responsabile dell’accuratezza della traduzione. Foto da Fotolia.

Write A Comment

Pin It