1 Aprile 2015
Sterkfontein_Caves_6
Le grotte di Sterkfountain (sorgente forte, in Afrikaans), in Sud Africa son state rese celebri dalla scoperta (avvenuta nel 1995 – 1997) di uno scheletro quasi completo di Australopiteco, battezzato “Little Foot” (piccolo piede). La grotta raccoglie anche uno dei più grandi quantitativi di fossili di Australopiteco finora ritrovati.
SterkfonteinCaves2
Fino ad oggi vi sono peraltro difficoltà nel determinare la datazione dei fossili e dei manufatti presenti, a causa della complessa storia della grotta e dei materiali di riempitura presenti. Le precedenti datazioni potevano quindi variare da 2 fino a 4 milioni di anni fa. Un team di scienziati della Purdue University; dell’Università del Witwatersrand, in Sud Africa; dell’Università del New Brunswick, in Canada; e dell’Università di Toulouse, offre oggi nuove datazioni, pubblicate in nuovo studio su Nature . Lo scheletro di Little Foot viene quindi ad essere collocato a 3.67 ± 0.16 milioni di anni fa circa, ed è quindi coevo agli Australopithecus afarensis dell’Africa Orientale; gli strumenti litici sono invece datati a 2.18 ± 0.21 milioni di anni fa, con una collocazione nell’Olduvaiano e coevi a quelli sudafricani di Swartkans e Wonderwerk. In entrambe i casi, si tratta di alcuni dei reperti più antichi giunti fino a noi.
Vi sono anche delle altre conseguenze di questa ricerca: gli ominidi successivi (Australopithecus africanus e Paranthropos) potrebbero dunque non essere derivati tutti dall’Australopithecus afarensis, secondo il prof. Ronald Clarke, docente in studi evoluzionistici all’Università del Witwatersrand. La tecnica di datazione, chiamata “isochron burial dating”, cioè datazione delle sepolture isocrone, si basa sulla misurazione di isotopi radioattivi ed è innovativa.

Lo studio “New cosmogenic burial ages for Sterkfontein Member 2 Australopithecus and Member 5 Oldowan”, di Darryl E. GrangerRyan J. GibbonKathleen KumanRonald J. ClarkeLaurent Bruxelles & Marc W. Caffee, è stato pubblicato su Nature.
 
Link: NaturePurdue University News; University of Witwatersrand, Johannesburg; Past Horizons; Science DailyNBC News; Live Science 1, 2
Il piede di Little Foot, (StW 573), Sterkfontein, 1994, foto da WikipediaCC BY-SA 4.0, caricata e di Mike Peel.
Il lago sotterraneo delle grotte di Sterkfountain. Un sommozzatore ha perso lì la vita. Foto da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Head.
 

Write A Comment

Pin It