13 Aprile 2015

Giovani metallurghi di AGH premiati per l’Acciaio Damasco

Il lavoro premiato degli studenti AGH:  un pugnale di tipo Khanjar fatto di acciaio Damasco. Fonte: AGH
Il lavoro premiato degli studenti AGH: un pugnale di tipo Khanjar fatto di acciaio Damasco. Fonte: AGH

Un pugnale di tipo Khanjar, fatto di acciaio Damasco autoprodotto, ha permesso un riconoscimento a una conferenza scientifica statunitense per gli studenti di metallurgia dell’Università di Scienza e Tecnologia AGH – riferisce il portavoce AGH Bartosz Dembiński.

Studenti dell’Università di Scienza e Tecnologia AGH di Cracovia hanno vinto il premio al Meeting e Fiera annuale TMS, tenutosi verso la metà di Marzo ad Orlando. Un pugnale di tipo Khanjar, fatto di acciaio Damasco autoprodotto ha vinto il riconoscimento da parte della giuria.
Il pattern ottenuto sulla superficie della lama. Fonte: AGH
Il pattern ottenuto sulla superficie della lama. Fonte: AGH

I giovani metallurghi hanno lavorato per diversi mesi sul complicato progetto, nel Metal Forming Science Club Hephaestus. Nel 2014 ricevettero la borsa del Rettore per l’implementazione dell’idea.  Lo scopo del progetto intitolato “An attempt to reconstruct the process of manufacturing and forging Damascus Steel using modern electrometallurgical and hot processing technologies” era quello di ottenere materiale quanto più vicino possibile all’originale in termini di composizione chimica e microstruttura, e che dopo la forgiatura possa rivelare un pattern damascato sulla superficie.
Questa tipologia di acciaio, utilizzata da tempi antichi fino al Medio Evo, è considerata una dei materiali più misteriosi, difficile da decifrare persino per gli specialisti nel campo dell’ingegneria dei materiali, ha notato Dembiński.
“Numerosi studi hanno mostrato la presenza di nanostrutture negli strumenti originali fatti di acciaio Damasco, la cui produzione al presente stato di avanzamento della tecnologia richiede l’utilizzo delle ultime apparecchiature e tecnologie nel campo dei nanomateriali. Queste scoperte indicano un’opportunità per possibilità più ampie di quelle che ci si aspettava, che il soggetto dell’Acciaio Damasco apre alla scienza dei materiali” ha spiegato il dott. Maciej Rumiński, supervisore scientifico del progetto.
“I nostri studenti sono stati in grado di riprodurre questo tipo di acciaio con alta precisione e cura. È una grande impresa e sono lieto che sia stata riconosciuta alla conferenza in Florida” – ha aggiunto.

Il processo di forgiare la lama. Fonte: AGH
Il processo di forgiare la lama. Fonte: AGH

La 144esima edizione della conferenza, che riunisce ogni anno oltre 4mila specialisti nel campo dei materiali – ingegneri, scienziati e imprenditori da tutto il mondo, è stata anche la prima edizione ad includere la “TMS Bladesmithing Competition” per gli studenti. I partecipanti alla competizione hanno presentato lame lunghe da 20 a 120 cm autoprodotte.
Alla competizione hanno partecipato 25 università, la maggior parte delle quali statunitensi. Gli studenti di metallurgia di AGH – Estera Machoń e Remigiusz Błoniarz dalla Facoltà di Ingegneria dei metalli e Scienza Industriale dei Computer – erano i soli rappresentanti polacchi in questo gruppo.
La giuria ha valutato i progetti, prendendo in considerazione diversi aspetti, inclusa la lama stessa (qualità ed estetica), un video ritraente il processo di forgiatura della lama, un resoconto di caratterizzazione della lama.
Il podio della competizione è composto da Università statunitensi: Oregon State University, University of Florida, e Colorado School of Mines. Gli studenti AGH hanno ricevuto l’unica menzione di Onore.
I creatori del coltello hanno enfatizzato che produrlo non sarebbe possibile senza la cooperazione del Museo Nazionale a Cracovia, che ha dato accesso agli oggetti originali fatti in acciaio Damasco.
Gli studenti di AGH premiati e il Presidente di TMS, Mr. Hani Henein. Fonte: AGH
Gli studenti di AGH premiati e il Presidente di TMS, Mr. Hani Henein. Fonte: AGH

 
Traduzione da PAP – Science & Scholarship in Poland