15 Ottobre 2015

Il Ministero delle Antichità visita il Museo dell’Aeroporto (Il Cairo)

———————————————————————————————————

12088156_431149743756842_9205492876956481622_n
Sulla strada per il Giappone, per inaugurare la mostra di antichità egizie “L’era dei costruttori delle piramidi” (NdT: “The Era of the Pyramids builders”, alla quale la stampa si riferisce anche come “Golden Pharaohs and Pyramids: The Treasures from the Egyptian Museum”) che avrà luogo nella capitale giapponese, Tokyo, il Ministero delle Antichità Egizie, il dott. Eldamaty ha visitato il Museo dell’Aeroporto Egiziano del Cairo, per controllare le ultime procedure di lavoro sul posto. Il nuovo museo verrà aperto alla fine di questo mese (Ottobre).
Il Museo, secondo Elham Salah (a capo del Settore Museale del Ministero delle Antichità), comprende 38 reperti archeologici scelti tra musei di arte egizia, copta e islamica. I reperti, attentamente scelti, rappresentano diverse ere della storia egiziana, cominciando con l’epoca predinastica e terminando con quella islamica.

Link: Ministry of Antiquities – Egypt
Traduzione dal Ministero delle Antichità Egizie. © Ministry of Antiquities, Ufficio Stampa: scritto da Eman Hossni. Il Ministero delle Antichità Egizie non è responsabile dell’accuratezza della traduzione in Italiano. Foto del Ministero delle Antichità Egizie.
 
La mostra “The Era of the Pyramids builders”, alla quale la stampa si riferisce anche come “Golden Pharaohs and Pyramids: The Treasures from the Egyptian Museum” durerà per ben 25 mesi, fino a Settembre 2017, e farà il tour di otto città giapponesi: Tokyo, Matsuyama, Sendai, Kagoshima, Kyoto, Toyama, Fukuoka, e Shizuoka.
Link ulteriori: The Cairo Post; Ahram Online; The Japan Times; TBS.