8 Luglio 2015
640px-USS_Independence_(CVL-22)_burning
Ricercatori del Berkeley Lab hanno valutato i rischi di radioattività del relitto della portaerei USS Independence. La nave fu utilizzata come bersaglio durante i test nucleari dell’atollo di Bikini nel 1946 (Operazione Crossroads), ed è sorprendentemente intatta.
Né il team né il sottomarino utilizzato erano a rischio di contaminazione. L’acqua è un ottimo scudo contro le radiazioni, con il sottomarino che è rimasto a centinaia di piedi di distanza dal relitto, mentre si correvano rischi solo a diversi pollici. Gli effetti delle radiazioni vengono poi molto diluiti. Inoltre, dopo oltre 60 anni, gli isotopi in questione erano decaduti in modo consistente.
Link:  Lawrence Berkeley National Laboratory.
USS Independence a fuoco durante il test atomico dell’Operazione Crossroads, test del 1° Luglio 1946. Foto (USNU.S. Naval History Center http://www.history.navy.mil/photos/sh-usn/usnsh-i/cvl22.htm http://www.history.navy.mil/photos/images/g600000/g627502.jpg) da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Common Good.

Write A Comment

Pin It