Memoria di fatti, di cose; ma anche memoria di persone.

Lo racconta bene il docufilm di Elena Negriolli: Pia Laviosa Zambotti. Storia di un’archeologa ritrovata, prodotto da L’Officina aps e Decima Rosa Video srl, in programma all’ottava edizione della Rassegna del Documentario e della Comunicazione Archeologica di Licodia Eubea alle 19.00 di venerdì 19 ottobre 2018.

Pia Laviosa Zambotti. Storia di un’archeologa ritrovata

Nazione: Italia

Regia: Elena Negriolli

Consulenza scientifica: Franco Nicolis, Elisabetta Mottes

Durata: 42’

Anno: 2017

Produzione: L’Officina aps – Decima Rosa Video srl

Sinossi: Il documentario raccoglie le testimonianze di chi ebbe la fortuna di conoscere in vita la Zambotti e di chi l’ha conosciuta attraverso gli studi e la biblioteca che costituisce il nucleo fondante della biblioteca specialistica dell’Ufficio beni archeologici provinciale a lei intitolata. Nel film è tratteggiato il profilo della donna, archeologa e studiosa che non solo ha segnato l’affermarsi della preistoria in Italia e all’estero come disciplina, ma ha saputo varcare, fra successi e avversità, confini culturali e sociali in un’epoca di grandi e drammatiche trasformazioni. Un’opera che restituisce alla comunità locale, e non solo, la biografia di una grande donna e nel contempo valorizza un patrimonio librario e archivistico a cui ha attinto una generazione di archeologi.

Partecipazioni ad altri film festival e/o proiezioni pubbliche:

XXIX Rassegna Internazionale Cinema Archeologico – Rovereto

Pia Leviosa Zambotti e le altre. Dalla terra allo spazio cercando l’umano” – Fondo (TN)

Informazioni regista: Documentarista trentina, ha fondato la casa di produzione Decima Rosa nel 2008. Laureata presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Trento, ha studiato regia cinematografica presso la London Film Academy, specializzandosi poi nel documentario, presso la DFG. Per quattro edizioni ha collaborato con il Trento Film Festival della Montagna e dell’Esplorazione, sotto la direzione artistica di Maurizio Nichetti, affinando la sua passione per il documentario. Ha lavorato per alcuni anni nel settore della comunicazione di eventi culturali e artistici e in quello dei nuovi media e dell’informazione, curando, particolarmente, approfondimenti di giornalismo culturale e reportage. Oggi si dedica soprattutto allo studio, allo sviluppo e all’approfondimento del documentario di creazione. Tra i documentari realizzati Minoer (di Micol Cossali, Italia, 2009, P.A.T.; produzione esecutiva e cinematografia, presentato al 58°TrentoFilmfestival, Bansko FilmFestival, Cineteca Nazionale di Milano), La Strada di De Gasperi (Italia, 2010, F.Museo Storico del Trentino; sceneggiatura e regia, presentato al ReligionToday Filmfestival), La fabbrica delle donne (di Micol Cossali, Italia, 2011, Decima Rosa Video, F.M.S.T.; produzione), Flow (U.K., 2011, Doc Film Group; regia), Stall Guys (di Flora Menzies, U.K.,2011, cinematography; nominato come miglior cortometraggio documentario al Portobello Film Festival di Londra), Haraka Haraka (Italia-Kenya, 2012, Decima Rosa Video, sceneggiatura e regia), Conversazioni all’aria aperta, con Erri de Luca (Italia, 2012, Decima Rosa & OhPen, regia), 18KM (di Aurelio Laino, Italia /U.K., 91 min, produzione, riprese e montaggio).

Informazioni casa di produzione:

www.decimarosa.com

https://www.facebook.com/decimarosa/https://www.trentinofilmcommission.it/it/companies/detail/decima-rosa-video/

Altro (articoli dedicati al film, curiosità, approfondimenti):

https://www.cultura.trentino.it/Approfondimenti/Pia-Laviosa-Zambotti-e-le-altre.-Dalla-terra-allo-spazio-cercando-l-umano2

https://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/Comunicati/Pia-Laviosa-Zambotti-e-le-altre.-Dalla-terra-allo-spazio-cercando-l-umano2

http://www.giornaletrentino.it/cronaca/non-e-sole/il-documentario-su-pia-laviosa-zambotti-1.1522593

Scheda a cura di: Fabio Fancello