Il Parco Archeologico di Ercolano riapre ai visitatori il 30 aprile

“Ritorna la vita tra le strade dell’antica Ercolano, a nome di tutto il team del Parco non vediamo l’ora di potere condividere con la comunità dei visitatori questo luogo della cultura e dell’anima. Vogliamo contribuire nel rispetto delle norme al graduale ritorno alla normalità senza privarci di un bene per troppo tempo restato fuori dal quotidiano e dalle esperienze del pubblico. Venerdì vi aspettiamo emozionati di poter di nuovo incrociare gli occhi di chi varcherà la soglia dell’ingresso del sito di Ercolano e di creare nuove connessioni. Vi aspettiamo con una novità sin dal primo giorno con i Close-Up ai cantieri di restauro per conoscere i protagonisti del lavoro continuo con il quale curiamo questo straordinario sito”.

Queste le parole del direttore del Parco Archeologico di Ercolano, Francesco Sirano, per la riapertura di tutta l’area archeologica fissata al 30 aprile 2021. Infatti, grazie al passaggio della regione Campania in zona gialla il Parco potrà nuovamente accogliere i suoi visitatori.

Parco Archeologico di Ercolano riapre 30 aprile
Il 30 Aprile riapre il Parco Archeologico di Ercolano. Foto Ufficio Stampa Parco Archeologico di Ercolano

Tale apertura si inserisce nel programma della  Direzione regionale Musei Campania, che prevede una Primavera dell’arte e della rinascita per il settore dei beni culturali e per riavvicinare i cittadini al loro patrimonio identitario.

L’accesso al Parco Archeologico di Ercolano seguirà tutte le norme sanitarie vigenti per la sicurezza dei visitatori. Difatti, l’ingresso sarà contingentato e i biglietti acquistabili per fascia oraria, al fine di controllare sia il numero di ingressi che la temperatura e l’utilizzo obbligatorio della mascherina al check- in del Visitor Center. Inoltre, i biglietti saranno disponibili anche online sul sito web Scavi di Ercolano Tickets – TicketOne, acquistabili entro le ore 24 del giorno precedente alla visita.

Il percorso da seguire comunicato dall’Ufficio Stampa del Parco Archeologico di Ercolano sarà come da indicazioni elencate.

L’accesso al Parco avverrà sia dall’ingresso monumentale di Corso Resina, attraverso i giardini del Parco Maiuri, sia da Via dei Papiri Ercolanesi. Una volta varcato il controllo biglietti, i cittadini potranno visitare il Padiglione della Barca, dove è esposta l’imbarcazione scoperta sull’antica spiaggia insieme ad una serie di oggetti che legano a filo doppio Ercolano con il mare, e l’Antiquarium, riaperto per la fruibilità pubblica nel 2018 per  l’esposizione permanente “SplendOri. Il lusso negli ornamenti a Ercolano” con circa 200 oggetti, preziosi appartenuti agli antichi ercolanesi.

Infine, l’area archeologica sarà raggiungibile attraverso la Galleria Martusciello, da dove il visitatore, attraverso un percorso circolare, potrà visitare l’intero scavo liberamente seguendo le indicazioni della segnaletica o la mappa dell’area disponibile sul sito web del Parco.

Parco Archeologico di Ercolano
Veduta del Parco Archeologico di Ercolano alla riapertura. Foto Ufficio Stampa Parco Archeologico di Ercolano

Tutte le informazioni su tariffe ed orari sono disponibili su Informazioni per la visita – Benvenuto nel Parco Archeologico di Ercolano (beniculturali.it).