Spiegazione evolutiva per l'erniazione del disco intervertebrale

26 - 27 Aprile 2015
Schimpanse_Zoo_Leipzig
Secondo un nuovo studio, ci sarebbe una spiegazione evolutiva dietro l'erniazione del disco intervertebrale. L'evoluzione relativamente rapida, che ha portato alla posizione eretta, potrebbe aver avuto un impatto sulla salute umana.
Gli umani sarebbero infatti afflitti da problemi alla spina dorsale molto più degli altri primati, e una spiegazione possibile viene dallo stress determinato dalla posizione eretta. Nello studio si esaminano le vertebre negli umani, negli scimpanzé e negli orangutan, esaminando i collegamenti nella forma, locomozione e nodi di Schmorl, che sono indicatori ossei della erniazione del disco intervertebrale. Secondo i risultati, le vertebre coi nodi di Schmorl sarebbero quelle più simili a quelle degli scimpanzé, che a vertebre umane sane.
Leggere di più


La presa di precisione nei primati fossili ed esistenti

15 - 20 Aprile 2015
Uno dei motivi del successo evolutivo degli umani e dei primati risiede nella superiore destrezza e nella capacità di presa. Studiosi dell'Università di Yale avrebbero dimostrato che persino i più antichi ominidi, compreso l'Australopithecus afarensis, disponevano di una presa di precisione, e l'analisi supporterebbe per questi la prova controversa dell'utilizzo di strumenti. Più in generale, ad essere cruciali sarebbero la mobilità delle articolazioni e le proporzioni delle dita.
Lo studio "Estimating thumb–index finger precision grip and manipulation potential in extant and fossil primates", di , , , , è stato pubblicato sul Journal of the Royal Society Interface.
Link: Journal of the Royal Society Interface; Yale University; Science Daily