4 – 9 Giugno 2015
1024px-Woolly_mammoth
Secondo un nuovo studio, i cacciatori raccoglitori europei del Gravettiano avevano il mammuth lanoso al centro della propria dieta.
Tra i venti e i trentamila anni fa, gli umani di questa cultura del Paleolitico Superiore si diffusero in Europa, in particolare nella Repubblica Ceca, sulle colline di Pavlovské (Palava) e nella Polonia meridionale. In questi siti, le ossa di mammuth rappresentano il 18% del totale, e venivano utilizzate come combustibile, come riparo e come strumenti e ornamenti, mentre la carne veniva arrostita. Questi umani si specializzarono nella caccia all’animale, e probabilmente contribuirono all’estinzione dello stesso.
Si segnala inoltre un articolo della BBC sugli sviluppi relativi al tentativo di riportare in vita i mammuth lanosi.

Lo studio “Hunters of the giants: Woolly mammoth hunting during the Gravettian in Central Europe”, di Piotr Wojtal, Jarosław Wilczyński, è stato pubblicato su Quaternary International.
 
Link: Quaternary International; Daily Mail; BBC News
Mammut lanoso, modello dal Royal BC Museum, a Victoria (Canada), foto di Flying Puffinda WikipediaCC BY-SA 2.0, caricata da FunkMonk.