Debutta a Roma "Bestia da Stile" di Pier Paolo Pasolini al Teatro Studio Eleonora Duse

Accademia Nazionale d´Arte Drammatica "Silvio d´Amico"

BESTIA DA STILE

di

PIER PAOLO PASOLINI

Saggio di diploma dell´allievo regista Fabio Condemi

Teatro Studio "Eleonora Duse" - Via Vittoria, 6, Roma

Bestia da stile 1

Dal 9 al 16 novembre 2015, ore 20.00

Leggere di più


Biblioteca Nazionale Centrale di Roma: inaugurazione spazio espositivo permanente (con Pasolini)

BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE DI ROMA - INAUGURAZIONE SPAZIO ESPOSITIVO PERMANENTE
Mercoledì 4 Novembre 2015, ore 15,30

de9edf4e58371de6cc0dffc19ca9882bb14f55f

In occasione dei 40 anni dalla scomparsa di Pier Paolo Pasolini e all’interno dell’ampio progetto di valorizzazione del patrimonio novecentesco portato avanti con Spazi900, la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma dedica allo scrittore un nuovo spazio permanente, unico e per la prima volta a Roma. Il progetto è stato selezionato e finanziato da una apposita Commissione istituita dal Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo e presieduta da Dacia Maraini.
3a36f38ceb5450fdeacac24342c9dd215abca42
L’area espositiva permanente "Ragazzi leggeri come stracci». Pier Paolo Pasolini dalla borgata al laboratorio di scrittura", ideata e progettata dal Direttore della Biblioteca Nazionale Andrea De Pasquale, è inaugurata mercoledì 4 novembre alle ore 15,30 (ingresso gratuito, lun-ven 10-18, sab 10-13) alla presenza del Ministro Dario Franceschini. Accanto al Direttore De Pasquale, intervengono anche il Direttore generale Biblioteche e Istituti Culturali Rossana Rummo e lo scrittore Marco Lodoli, che legge un suo poemetto composto per l’occasione.
3f6b73b4d35a2684cbcc95c4d095aea8267c561b

Leggere di più


Roma: da domani 31 Ottobre I giorni di Pasolini alla Casa del Cinema

da domani 31 ottobre

I GIORNI DI PASOLINI ALLA CASA DEL CINEMA

Ingresso gratuito

image001 (16)
A partire da sabato 31 ottobre la Casa del Cinema di Roma, in collaborazione con l'Archivio Pier Paolo Pasolini di Ciampino e la Ripley’s Film, ricorda Pier Paolo Pasolini a 40 anni da una morte, sentita ancora come una ferita profonda e come uno dei più tragici misteri italiani degli anni ‘70. Il ciclo di appuntamenti "Pasolini-Cerami: il professore e l’allievo”, curato da Enzo Lavagnini, Direttore dell’Archivio Pasolini di Ciampino, si incentra sulla lezione pasoliniana e sull'eredità lasciata allo scrittore e sceneggiatore Vincenzo Cerami, uno dei suoi allievi più appassionati e geniali.
pasolini prossimo nostro 2
Leggere di più


Presentazione ufficiale delle iniziative del ‘Comitato Pasolini’, in occasione del quarantennale dalla scomparsa

Presentazione ufficiale delle iniziative del ‘Comitato Pasolini’, in occasione del quarantennale dalla scomparsa

Pier_Paolo_Pasolini2

Il 20 ottobre 2015 al Teatro India si è svolta la conferenza di presentazione delle iniziative del ‘Comitato Pasolini’, presieduto da Dacia Maraini, per ricordare Pier Paolo Pasolini, in occasione del quarantennale dalla scomparsa. Erano presenti le istituzioni coinvolte e i membri del comitato, tra gli altri: Antonio Calbi, Dacia Maraini, il Ministro Dario Franceschini, l’Assessore Giovanna Marinelli, Ninetto Davoli e Lidia Ravera.

Leggere di più


Quarant'anni dalla morte di Pier Paolo Pasolini: presentazione degli eventi

Quarant’anni anni morte Pasolini: martedì 20 ottobre presentazione eventi in calendario in tutta Italia Un anno con Pasolini: proiezioni, reading, installazioni, mostre e spettacoli teatrali in tutta Italia presentati dal Comitato presieduto da Dacia Maraini

Pier_Paolo_Pasolini2

Il Comitato nazionale Pasolini presenteràMartedì 20 ottobre 2015 alle ore 15:00, presso il Teatro India, in via Luigi Pierantoni, 6 – ingresso artisti –il calendario di tutte le iniziative in programma per celebrare il quarantennale della scomparsa di Pier Paolo Pasolini. Proiezioni, reading, installazioni, mostre, spettacoli teatrali che coinvolgeranno tutto il territorio nazionale saranno presentati dalla presidente del comitato Dacia Maraini e dagli altri componenti: Carla Benedetti, Antonio Calbi, Graziella Chiarcossi, Roberto Chiesi, Ninetto Davoli, Mario De Simoni, Gianluca Farinelli, Angela Felice, Fabrizio Gifuni, Gloria Manghetti, Marta Ragozzino, Lidia Ravera, Emanuele Trevi, Gianni Torrenti e Walter Veltroni.

Leggere di più


PASOLINI A MATERA. Il Vangelo secondo Matteo cinquant'anni dopo (Prorogata fino al 25 Gennaio 2015)

30 Ottobre - 5 Novembre 2014
1415178377908_scheda_info_PPP_proroga2

PASOLINI A MATERA. IL VANGELO SECONDO MATTEO CINQUANT’ANNI DOPO. (Prorogata fino al 25 Gennaio 2015)

Dal 17 ottobre Matera è Capitale Europea della Cultura per il 2019 insieme a tutta la Basilicata. Lo straordinario risultato, raggiunto attraverso la mobilitazione di un’intera comunità, si deve anche alla grande mostra Pasolini a Matera. Il Vangelo secondo Matteo cinquant’anni dopo. Nuove tecniche di immagine: arte, cinema, fotografia - curata da Marta Ragozzino e Giuseppe Appella con Ermanno Taviani ed allestita all’interno di Palazzo Lanfranchi.
La mostra, che sta riscuotendo un grandissimo successo nazionale ed internazionale e che dovrebbe chiudere il 9 novembre p.v., ha raggiunto nei primi tre mesi di apertura l’eccezionale risultato di 16.000 visitatori e sarà un fondamentale attrattore per i moltissimi visitatori che nei prossimi mesi certamente visiteranno la città designata.

Leggere di più


[Recensione] Pasolini di Abel Ferrara (2014)

“Pasolini” di Abel Ferrara è un film mal riuscito sotto ogni punto di vista.
Per me, che conosco molto bene opere e biografia di Pasolini, è stato come vedere un bignami fatto male; per chi, invece, non maneggi benissimo le opere (soprattutto quelle dell’ultimo periodo: Petrolio, Scritti Corsari, Lettere Luterane e Porno-Teo-Kolossal) il film diventa difficile da capire e si riduce a una noiosa sequenza di dialoghi didascalici molto raffazzonati e di scene vuote.
Pier_Paolo_Pasolini2
Già da subito si indovinano quali scene Ferrara riprenda dalle opere incompiute; la scelta è la più banale possibile (il pratone della Casilina, la meta narrazione dell’incidente aereo); la realizzazione di alcune scene da Porno-Teo-Kolossal non ricorda neanche vagamente la filmografia pasoliniana, né ci fa capire il punto di vista di Ferrara su Pasolini, ma diventa una prova narcisistica venuta male.Leggere di più