21 – 26 Marzo 2015
Richard_III_earliest_surviving_portrait
Dopo diversi giorni di commemorazioni e al termine di processione e celebrazione, Riccardo III è stato nuovamente seppellito nella Cattedrale di Leicester. Della sua tomba si erano perse le tracce per secoli, fino al ritrovamento avvenuto nel 2012 e gli esami del DNA che hanno confermato l’identità. Molte le personalità britanniche ad aver partecipato, mentre la Regina Elisabetta II ha riconosciuto il grande significato internazionale e nazionale della sepoltura.
La scoperta non è però priva di conseguenze. Durante le analisi sono emerse infedeltà nell’albero genealogico della sua stirpe: Riccardo III è stato l’ultimo regnante della casa di York. Il riconoscimento è avvenuto grazie al DNA mitocondriale, trasmesso per via di madre, mentre il cromosoma Y non si era trasmesso fino al discendente Henry Somerset, duca di Beaufort, vissuto nel diciottesimo secolo. Agli studiosi che nei mesi scorsi si occuparono dello studio, pubblicato su Nature Communications, continuano a pervenire richieste di analisi da parte di persone che affermano di essere discendenti.
Link: Live Science 12, 3, 4; NY Times; CNN; BBC 1, 2; The Telegraph

Ritratto di Riccardo III d’Inghilterra, dipinto nel 1520 circa , sulla base di un originale perduto, per la famiglia Paston; posseduto dalla Society of Antiquaries, Londra, sin dal1828. Artista sconosciuto (caricato su Wikipedia da SilverwhistleRichard III Society website via English Wikipedia), da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Melinda Rácz.