2 Novembre 2015
800px-Museo_de_America_Madrid_Codex_01
La decifrazione della scrittura geroglifica Maya è stata un percorso non facilissimo, che ha avuto attorno a partire dagli anni sessanta e settanta del secolo scorso alcuni punti di svolta.
L’opera di studio continua ad oggi, e un gruppo di ricercatori offre ora un algoritmo per lo studio dello scrittura Maya, che condurrà alla creazione di un database. Ogni geroglifico rappresenta un suono o anche un significato. La lingua Maya è parlata oggi da cinque milioni di persone circa.

Lo studio “Multimedia Analysis and Access of Ancient Maya Epigraphy: Tools to support scholars on Maya hieroglyphics”, di Rui Hu, Gulcan Can, Pallan Gayol, C., Krempel, G., Spotak, J., Vail, G., Marchand-Maillet, S., Odobez, J.-M., Gatica-Perez, D., è stato pubblicato su IEEE Explore – Digital Library.
Link: IEEE Explore – Digital LibraryÉcole polytechnique fédérale de Lausanne
Codice di Madrid, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di Michel wal.