1 Febbraio 2016
Mengu_Ziyun_xia_24b
Un nuovo studio, pubblicato su Cognition, evidenzia come ci voglia lo stesso tempo per leggere ed elaborare testi in diverse lingue.
La ricerca ha preso in considerazione tre gruppi composti ciascuno da 25 partecipanti da tre nazioni: Regno Unito, Finlandia e Cina. Le lingue (Inglese, Finlandese e Cinese mandarino) sono state selezionate sulla base delle marcate differenze nella presentazione visiva delle parole (ad esempio, alfabetico e logografico, spaziata e non, agglutinanti e non).
Otto testi brevi da leggere – rigorosamente tradotti nelle tre lingue – sono stati forniti a ciascuno dei partecipanti. I ricercatori hanno utilizzato sofisticati macchinari per tracciare i movimenti degli occhi dei partecipanti. Nonostante si siano rilevate significative e sostanziali differenze tra i tre gruppi (con i Finlandesi che si soffermavano maggiormente su alcune parole), alla fine il tempo complessivo di lettura per frasi e paragrafi è risultato lo stesso per i lettori di ogni lingua.
In conclusione, anche se sussistono differenze sostanziali nella forma scritta di queste lingue, al fine di comprendere un testo un linguaggio è valido quanto gli altri. Non importa se è scritto in Inglese, Cinese o Finlandese. La ricerca si colloca nell’ambito degli studi sull’universalità del linguaggio, per la quale tutte le lingue possiederebbero principi comuni o universali. Si tratta di un tema molto dibattuto in linguistica e psicolinguistica. Per gli autori, ulteriori studi sono necessari per comprendere se una vera universalità del linguaggio esiste.
Lo studio “Universality in eye movements and reading: A trilingual investigation”, di Simon P. Liversedge, Denis Drieghe, Xin Li, Guoli Yan, Xuejun Bai, Jukka Hyönä, è stato pubblicato su Cognition.
Link: CognitionAlphaGalileo via University of Southampton.
Una pagina del Menggu Ziyun, di Zhu Zongwen 朱宗文scanned from Luo Changpei 羅常培 and Cai Meibiao 蔡美彪, “Basibazi yu Yuandai Hanyu [Ziliao Huibian]” 八思巴字與元代漢語[資料彙編] (Beijing: Kexue Chubanshe 科學出版社, 1959) plate 33. Da WikipediaPubblico Dominio.