30 Settembre – 20 Ottobre 2015
1024px-Cusco-c01
Un nuovo studio, dalla rilevanza storica e medica, ha preso in esame i resti da una mummia dell’undicesimo secolo da Cuzco, sulle Ande peruviane, giungendo a trovare i geni della resistenza agli antibiotici nei batteri.
Tutto questo suggerisce la possibilità che la resistenza agli antibiotici non sia necessariamente legata a un eccessivo utilizzo degli stessi o al contatto con le culture europee. Le mummie in questione sono risultato di un processo occorso naturalmente.

Lo studio “Gut Microbiome of an 11th Century A.D. Pre-Columbian Andean Mummy”, di Tasha M. Santiago-Rodriguez, Gino Fornaciari, Stefania Luciani, Scot E. Dowd, Gary A. Toranzos, Isolina Marota, Raul J. Cano, è stato pubblicato su PLOS One.
Link: PLOS One; Discovery News; Archaeology News Network via Press Trust of India
Panoramica di Cuzco da Sacsayhuamán, foto da WikipediaCC BY-SA 2.5 es, caricata da File Upload Bot (Colegota) (Digital photo taken by author and post-processed with The GIMP).