Cina: scheletro di orso di 2800 anni fa, rituali e addomesticazione

22-23 Ottobre 2014
640px-Henan_in_China_(+all_claims_hatched).svg
Lo scheletro di un orso di 2800 anni fa, proveniente dalla provincia dell'Henan, potrebbe gettare luce sui rituali e l'addomesticamento dell'animale in Cina.
L'animale, ritrovato in una fossa per sacrifici rituali, era nero e aveva una zampa più corta dell'altra a causa di una ferita. Esso permette anche di ipotizzare che l'addomesticazione degli orsi fosse praticata durante il tardo periodo della dinastia Zhou (al quale si data la fossa).
Link: Archaeology News Network; Xinhua
Provincia Henan, da WikipediaCC BY-SA 3.0, di e caricato da TUBS.


Memling alle Scuderie del Quirinale fino al 18 gennaio 2015

Con questa ambiziosa iniziativa le Scuderie del Quirinale intendono offrire per la prima volta al pubblico italiano l'occasione di una grande rassegna dedicata ad Hans Memling, l'artista che nella seconda metà del Quattrocento, dopo la morte di Rogier van der Weyden sotto cui si era formato, divenne il pittore più importante di Bruges, cuore finanziario delle Fiandre e centro di produzione artistica tra i più avanzati dell'area fiamminga.
Una monografica mai prima realizzata nel nostro Paese che mette in luce le eccelse qualità di questo protagonista assoluto del Rinascimento fiammingo. La mostra prende in esame ogni aspetto della sua opera, dalle pale monumentali d'altare ai piccoli trittici portatili, oltre ai celeberrimi ritratti, genere in cui Memling seppe perfezionare lo schema campito su uno sfondo di paesaggio, che esercitò una fortissima seduzione anche presso numerosi artisti italiani del primo Cinquecento.
Memling locandina

Boldini Parisien d'Italie a Milano fino al 18 gennaio 2015

Dal 24 ottobre 2014 al 18 gennaio 2015, GAMManzoni. Centro Studi per l’Arte Moderna e Contemporanea di Milano (via Manzoni 45) ospita una mostra dedicata a Giovanni Boldini (Ferrara 1842 – Parigi 1931) tra i maggiori esponenti della pittura italiana e internazionale, colui che seppe interpretare i sogni di un mondo in bilico fra Otto e Novecento.Leggere di più


Antartico: recuperato dopo 100 anni il taccuino fotografico della spedizione Scott

20-23 Ottobre 2014
George_Murray_Levick
Recuperato il taccuino fotografico, nascosto tra i ghiacci dell'Antartico per più di cento anni, della sfortunata spedizione Terra Nova, quella del Capitano Robert Falcon Scott. Il reperto apparteneva a George Murray Levick, zoologo, chirurgo e fotografo.

Lo zoologo è forse ricordato per il suo resoconto sulla vita sessuale dei pinguini, ritenuto troppo indecente per essere pubblicato. Levick (insieme ad altri 5 compagni) non accompagnò Scott col suo gruppo, ma rimase nell'inospitale Isola Inexpressible. Il gruppo di Scott invece perì nel viaggio di ritorno dal Polo Sud, raggiunto il 17 Gennaio 1912, e cioè appena 34 giorni dopo la spedizione di Roald Amundsen.
Link: Live Science 1, 2; The Guardian; The Daily Mail
George Murray Levick, foto di Herbert Ponting - British Antarctic Expedition 1910-13 (Ponting Collection) Reference: P2005/5/911, da WikipediaPublic Domain, caricata da 4ing.


Progetto Domus Aurea: l’apertura al pubblico del cantiere

24 Ottobre 2014

PROGETTO DOMUS AUREA
L’apertura al pubblico del cantiere

1414154583132_LOGO-ARTICOLO

La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma apre il cantiere della Domus Aurea con visite guidate. Lo scopo dell’iniziativa è di rendere consapevole il pubblico del complesso progetto di consolidamento e manutenzione del palazzo imperiale più noto nella storia dell’antica Roma.
1414155484231_SALADIACHILLEASCIRO_119
Sala Volta Gialla
Il percorso di visita si articola in quindici tappe che illustreranno i progressi del cantiere e consentirà di accedere all’ala occidentale del padiglione, mai aperta prima al pubblico. Sarà illustrato e percepibile quanto già consolidato e messo in sicurezza relativamente alle strutture architettoniche e agli apparati decorativi, e verrà anticipato il programma dei lavori. Per questo motivo, il percorso di visita è destinato a mutare ed evolvere nel tempo, secondo lo svolgimento del progetto defi nitivo volto al risanamento della parte superiore esterna della residenza di Nerone.
1414155402259_SALAVOLTAGIALLA_31_1
Sala di Achille e Sciro
Il cantiere ha avuto inizio con gli interventi di consolidamento delle parti sotterranee, oggetto della visita guidata, e proseguirà con la creazione di un nuovo giardino sul colle Oppio. Un Sistema Integrato di Protezione messo a punto dallo staff di lavoro della Soprintendenza, con l’apporto di specialisti esterni competenti per le questioni fi sico/ambientali, idrauliche e bio-botaniche, prevede infatti la creazione di un nuovo giardino.

Leggere di più


Noi per voi - Itinerario per i bambini al museo del Bargello

24 Ottobre 2014
Sezione Didattica e “Noi per Voi”: itinerario per bambini al Bargello per vincere tutte le paure

La corrispondenza tra la data del 31 ottobre, Halloween, e l’apertura straordinaria del Museo Nazionale del Bargello, dalle 19 alle 21, in virtù del progetto di valorizzazione 2014 promosso dal Ministero dei Beni e le Attività Culturali e del Turismo, ha dato l’opportunità di creare un itinerario per i bambini e le loro famiglie assolutamente innovativo, che si è trasformato in un ciclo di incontri. Questo s’intitola “Una passeggiata dalla notte all’aurora” e prevede una visita (che sarà replicata per quattro volte) dove i bambini saranno chiamati, non solo a riflettere sul cambiamento di valenza di certe feste, ma anche a identificare ed esorcizzare le loro personali paure.
Si tratta di un percorso di opere selezionate dove l’arte diventa il presupposto per ritrovare immagini simboliche e motivi decorativi con cui gli artisti ci spingono ad affrontare e a vincere le nostre paure.

Anfipoli: la testa della sfinge riunita al corpo

21-24 Ottobre 2014
Kasta_Tomb,_Amphipolis,_Greece_-_Structural_model_according_to_findings_up_to_October_2014
Un altro momento delicatissimo ad Anfipoli: la testa ritrovata della sfinge è stata riunita al corpo. Ci si interroga se verrà ritrovata anche l'altra, mancante, e se questi siano segni del saccheggio della tomba. Si confrontano inoltre le due statue a quelle del Serapeo egiziano dove Tolomeo portò il corpo di Alessandro.
Ci sono al momento tre teorie, infatti: la prima è quella di un eventuale sacchegio in epoca antica. Tuttavia gli spostamenti di oggetti in marmo verificati appaiono inusuali per dei ladri. L'altra possibilità è che la struttura fosse già in principio poco solida (come sostiene Dorothy King), e che si sia tentato di riempirla di terra e di ridurre il peso esercitato da quanto si trovava al di sopra della stessa. I danni non appaiono infatti corrispondenti a quelli che si verificherebbero con un terremoto. Infine Andrew Chugg ipotizza che Cassandro sia intervenuto nella tomba di Olimpiade, mutilando le statue.Leggere di più


Isola di Pasqua: i dati del genoma suggeriscono un contatto con le Americhe

23 Ottobre 2014
800px-Hangaroa_Moais
Ci sarebbero stati contatti tra l'Isola di Pasqua e le Americhe molto prima dell'arrivo del Comandante olandese Jakob Roggeveen nel 1722. Queste le conclusioni alle quali è giunto un nuovo studio, basandosi su nuove prove genomiche, che indicano che gli abitanti dell'Isola ebbero contatti significativi con le Americhe centinaia di anni prima.Leggere di più


Gerusalemme: ritrovata iscrizione di 2000 anni fa e dedicata ad Adriano

21 Ottobre 2014
Hadrian_visit_to_Judea
Ritrovata a Gerusalemme, nei pressi della porta di Damasco, un'iscrizione dedicata dalla X Legione Fretensis Antoniana all'Imperatore Adriano, nell'anno 129-130 d.C. L'iscrizione si completerebbe con quella ritrovata nel diciannovesimo secolo dall'archeologo francese Charles Clermont-Ganneau, e attualmente presso lo Studium Biblicum Franciscanum Museum.Leggere di più


Trovata la chiave di decifrazione del Disco di Festo?

23 Ottobre 2014
Crete_-_Phaistos_disk_-_side_A
Il celebre disco di Festo ha forse trovato una chiave di decifrazione? Il dott. Gareth Owens, del Technological Educational Institute of Crete, afferma di aver scoperto alcune parole chiavi e il senso del messaggio iscritto sui pittogrammi.
Il valore più stabile sarebbe "madre", da intendersi come riferimento alla dea Minoica venerata lì. Owens avrebbe trovato una metodologia per applicare dunque sistematicamente quanto noto dalla lineare B, attraverso lo script sillabico Minoico. In conclusione, si tratterebbe di una iscrizione religiosa.
Il disco di terracotta, datato al 1700 a. C., fu scoperto a Creta il 3 luglio del 1908 dalla spedizione archeologica italiana di Luigi Pernier e Federico Halbherr.

Link: Daily Mail; Greek Reporter; Discovery News
Lato A del disco di Festo, foto da WikipediaCC BY 1.0, di e caricata da PRA.