La terza edizione di SubinItaly apre all’archeologia subacquea

800px-Japanese_Merchant_Vessel_'Chinsen'

Dal 20 al 22 novembre, l’ISCR parteciperà a SubinItaly, Salone della subacquea, che si terrà presso la Nuova Fiera di Roma.
Il Nucleo Interventi Archeologia Subacquea e l’Area di Biologia Marina svolgeranno alcune attività interattive per i visitatori della manifestazione, mostrando i lavori svolti nel Progetto Europeo SASMAP, le sperimentazioni dell’ISCR sui nuovi materiali e metodi per il recupero di reperti fragili dallo scavo archeologico subacqueo e le ricerche scientifiche effettuate nell’Area Marina Protetta di Baia e nella Grotta Azzurra di Capri (NA), a San Pietro in Bevagna (TA) e nel lago di Bolsena (VT).

Nell’ambito della sezione “conferenze” dell’evento, gli esperti dell’ISCR illustreranno i seguenti argomenti:
•    Il Progetto Europeo Sasmap e il recupero dei reperti fragili dallo scavo archeologico subacqueo (sabato 21, ore 13)
•    L’ISCR e il progetto Restaurare sott’acqua (domenica 22, ore 13)
•    Il biodeterioramento dei manufatti archeologici sommersi (domenica 22, ore 14)
Questa manifestazione ha da tempo avviato i contatti con le principali realtà nazionali legate
all’archeologia subacquea, all’acquariofilia, all’acquariologia e alla biologia marina, per offrire ai visitatori uno sguardo d’insieme delle attività subacquee. Lo stand dell’ISCR sarà ospitato nel padiglione 7, ingresso Nord.
SubinItaly ha avuto il sostegno istituzionale dell’Istituto Superiore per la conservazione ed il restauro ISCR, dei Carabinieri Subacquei e del Museo del Mare e della Navigazione Antica di Santa Severa.
Visita il sito dell’ISCR www.iscr.beniculturali.it
Visita il sito di SubinItaly  www.subinitaly.it

 
 
Come da MiBACT, Redattrice Anna Milaneschi
Archeologi presso un relitto della Battaglia di Saipan, foto di Legr0004, da WikipediaCC BY 3.0, caricata da Aavindraa.