25 – 30 Dicembre 2015
Contrato_de_venda_de_escravo,_1858
Il Pontile Valongo a Rio De Janeiro è legato a una storia di schiavismo dall’Africa, su una scala ben superiore a quella del Nord America. Si stima che solo nella città brasiliana siano passati più schiavi che in tutta la parte settentrionale del continente. Inoltre la pratica fu abolita due decenni più tardi, nel 1888.
Nonostante questo, e le spinte per la ricerca e per effettuare scavi qui, la storia degli schiavi africani sembra non essere altrettanto importante di quella di altri siti, e non attira sufficiente interesse. Il dibattito e le polemiche attorno al Pontile Valongo (Valongo Wharf) si stanno rivelando perciò un simbolo dell’eredità culturale africana in Brasile.
Corcovado_statue01_2005-03-14
Link: BBC News; Fox News LatinoHuffington PostABC News via Associated Press; PRI; New Pittsburgh Courier; Latin PostAtlanta Black Star.

Un contratto di vendita di uno schiavo (1858), Museu Afro Brasil collection, São Paulo. Da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Dornicke (Digital reprodution by unknown authorMAB/Safra catalogue).
 
Rio De Janeiro e la Statua del Cristo Redentore, foto da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di Klaus with K.