22 Ottobre 2015

Esperto di Storia da Susz trova una spada risalente a più di 1,5 migliaia di anni

Tombstones_of_Rome_horsemen_in_Germany

Vicino Jerzwałd, un esperto di storia ha ritrovato e donato al museo una spada antica, probabilmente del quarto secolo d. C. Secondo gli archeologi, potrebbe essere una spatha del tardo periodo romano, unica nella terra degli antichi Balti.
L’arma preziosa è stata scoperta col metal detector da Krzysztof Kępiński, del club della Società degli amici della Terra di Susz, che per alcuni anni ha donato i suoi ritrovamenti alle collezioni della locale camera di storia e al Museo di Warmia e Masuria. Ben conservata, la spada lunga 95 cm era superficialmente sotto terra.
Kępiński ha riferito a PAP di essersi reso conto al primo esame di aver ritrovato qualcosa di “estremamente raro” perché le caratteristiche della lama indicavano che la spada poteva essere più antica del Medio Evo. “È facile immaginare le emozioni che ho provato quando l’ho vista. Tali ritrovamenti sono il sogno di ogni cacciatore di tesori. Si potrebbe dire che ho trovato il mio “treno dell’oro” – ha spiegato.
L’autore del ritrovamento ha informato della sua scoperta il Conservatore Provinciale, che ha trasferito la spada al Museo di Warmia e Masuria. L’esame iniziale da parte di Kacper Martyka del dipartimento archeologico del museo, ha mostrato che la spada non ha le caratteristiche di un’arma medievale. I curatori devono ancora determinare l’autenticità del ritrovamento, che è sottoposto a lavori di conservazione.
Nella loro opinione, ci sono indicazioni che l’arma dati al quarto secolo circa, a tarda epoca romana. Se i loro sospetti saranno confermati, l’arma ritrovata vicino Jerzwałd potrebbe essere associata alle spade di tipo spatha, molto rare nelle antiche terre dei Balti.
Il loro prototipo, di origine celtica, si diffuse negli ultimi secoli prima di Cristo come arma della cavalleria romana, utilizzata in seguito dai soldati appiedati. A causa dei contatti con l’Impero Romano, la conoscenza di spade a doppio taglio e le tecniche per impugnarle penetrarono nel mondo barbaro – verso le aree dell’Europa Settentrionale.
Durante la ricerca archeologica condotta tra il corso inferiore della Vistola e il Nemunas (Niemen in Polacco), solo poche armi sono state scoperte – ad esempio in un tumulo del cimitero vicino Suwalki e nella tomba del guerriero nella penisola di Sambia.
La spada da Jerzwałd è ancora un altro ritrovamento di valore da quest’area, scoperto dai membri del club di Susz. In precedenza, utilizzando i metal detector, hanno trovato un gruppo di manufatti degli esordi del Medio Evo.
Durante la spedizione condotta questa estate dal Museo di Warmia e Masuria, vicino Jerzwałd, gli archeologi hanno scavato quasi un migliaio di oggetti, comprese diverse giunzioni dai foderi di diverse spade. Nessun altro Museo in Polonia può vantare una collezione così vasta di oggetti di questo tipo. Hanno anche ritrovato una tomba a cremazione del X-XI secolo.
Gli Archeologi speculano sul fatto di aver scoperto un reperto unico nel mondo dell’insediamento commerciale dei Balti Occidentali, associato con la leggendaria Truso – porto Vichingo, che esistette dall’ottavo all’undicesimo secolo alla foce della Vistola.
Collocato sul lago Jeziorak, il villaggio di Jerzwałd è noto in Polonia principalmente per essere stato per molti anni la casa di Zbigniew Nienacki, scrittore, autore di serie di libri popolari sulle avventure del cercatore di tesori Pan Samochodzik (Mister Automobile).
Traduzione da PAP – Science & Scholarship in Poland. PAP non è responsabile dell’accuratezza della traduzione.
Immagini di Cavalieri Romani su pietre tombali in Germania: Ausiliario Romano, da Mainz; signifer di una turma, da Worms (UnknownFrom C. Iulii Caesaris belli gallic : libri VII. Bilder-Atlas zu Caesars Büchern de bello gallico : mit mehr als 100 Abbildungen und 11 Karten. (Leipzig : Schmidt & Günther, 1907.) New York Public Library (NYPL) digital gallery: [1] original caption Römischer Auxiliarreiter, Grabstein in Mainz. D. ;Signifer einer Turma, Grabstein in Worms), da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Vissarion.