23 Luglio 2015
800px-N-Mesopotamia_and_Syria_english.svg
Una nuova ricerca mette in evidenza come le prime civiltà della Medio Oriente e della Mezzaluna Fertile siano state fortemente influenzate da cambiamenti climatici verificatisi nei secoli.
Nell’Olocene, e cioè a partire da 12 mila anni fa fino a 6 mila anni fa, le condizioni climatiche erano infatti più umide rispetto al periodo più recente, più asciutto e caratterizzato da maggiore presenza di polveri. Secondo lo studio, negli ultimi 13 mila anni le transizioni nelle società si sarebbero verificate in coincidenza di condizioni di maggiore aridità.

Lo studio “Abrupt climate variability since the last deglaciation based on a high-resolution, multi-proxy peat record from NW Iran: The hand that rocked the Cradle of Civilization?”, di Arash Sharifi, Ali Pourmand, Elizabeth A. Canuel, Erin Ferer-Tyler, Larry C. Peterson, Bernhard Aichner, Sarah J. Feakins, Touraj Daryaee, Morteza Djamali, Abdolmajid Naderi Beni, Hamid A.K. Lahijani, Peter K. Swart, è stato pubblicato su Quaternary Science Reviews.
Link: Quaternary Science Reviews; Rosenstiel School of Marine & Atmospheric Science; Science Daily.
Mesopotamia, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di Goran tek-en (Goran tek-enOwn work Based on; Karte von Mesopotamien Mesopotamia Syria).