24 Dicembre 2015

Sei statue del Nuovo Regno ritrovate vicino Assuan

———————————————————————————————————

10489767_447432035461946_933421362023128664_n
Il Ministro delle Antichità, dott. Mamdouh Eldamaty, ha annunciato oggi la scoperta di sei statue intagliate nella roccia, all’interno delle cappelle 30 e 31 nell’area di Gebel Elselsela Area – Nord di Assuan. La scoperta è stata effettuata durante gli scavi svolti dalla Missione dell’Università di Lund (Svezia), guidata dalla dott.ssa. Maria Nilsson e dal dott. John Ward.
12391298_447432012128615_2855798248215184804_n
Eldamaty ha affermato che si tratta di un’importante scoperta, perché Gebel Elselsela fu colpita da un terremoto in antichità, nonché da effetti di erosione che l’hanno completamente coperta con enormi blocchi; una situazione che ha spinto l’egittologo “Caminos” a riferire della Cappella 30 come totalmente demolita. Ad ogni modo, la missione è riuscita a terminare la pulizia e i lavori di rilevamento all’interno delle due cappelle e a scoprire le statue.
997_447432112128605_2394704358953766148_n
D’altra parte, il dott. Mahmoud Afifi, a capo delle Antichità Egiziane, ha riferito che le sei statue risalenti all’epoca del Nuovo Regno, due delle quali furono trovate sul retro della cappella 30: sono statue dell’occupante della tomba e di sua moglie, seduti su una sedia. Il proprietario della tomba è rappresentato nella posizione di Osiride, le sue braccia incrociate sul torso, e con una lunga parrucca che raggiunge le spalle. La moglie d’altra parte è rappresentata mentre pone il suo braccio sinistro sulla spalla del marito, mentre il braccio destro (NdT: left nell’originale) è sulla pancia.
993544_447432105461939_2370954553010036885_n
Le altre quattro statue, ha aggiunto Afifi, sono state ritrovate sul retro della cappella 31 e appartengono a “neferkhewe”, Supervisore delle Terre Straniere durante il regno di “Thutmose III”, sua moglie, sua figlia e suo figlio.
Infine, il Direttore Generale dell’Area Archeologica di Assuan, Nasr Salama ha affermato che la Missione Svedese, che ha cominciato i suoi lavori nel 2012, continuerà gli scavi nell’area, cercando di effettuare ulteriori scoperte all’interno delle 32 cappelle di Gelbel Elselsela, ed enfatizzando l’importanza di quest’area in particolare, perché fu da qui che i blocchi utilizzati per costruire i templi furono tagliati.

1916673_447431998795283_1517178739109815229_n

Link: Ministry of Antiquities – Egypt
Traduzione dal Ministero delle Antichità Egizie. © Ministry of Antiquities: scritto da Asmaa Mostafa, tradotto da Eman Hossni. Il Ministero delle Antichità Egizie non è responsabile dell’accuratezza della traduzione in Italiano. Foto del Ministero delle Antichità Egizie.