11 – 12 Marzo 2016
-Façade_of_the_Lankeshvara_Shrine_from_the_terrace,_Kailasanatha_Cave_Temple_(Cave_XVI),_Ellora.,_by_Jo._Johnston,_c.1874-
Ellora è dall’antichità meta di pellegrinaggi da parte di indù, buddisti e giaina: l’importanza del sito, con le sue grotte monumentali scavate nella roccia, è pure testimoniata dalla sua inclusione nella Lista dei Siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.
Ellora_Cave_12
Un nuovo studio, pubblicato su Current Science, ha rilevato come le fibre di canapa utile (Cannabis sativa) fossero utilizzate (con una percentuale rilevata del 10%) per l’intonaco (prodotto con un mix che includeva pure argilla e calce viva) della Grotta XII. La capacità della canapa di regolare l’umidità avrebbe garantito una straordinaria durevolezza che permette ancora oggi di ammirare le decorazioni su muri e soffitti.
La coltivazione di canapa utile risale in India al 5.000-4000 a. C. Le fibre vengono utilizzate per fare corde, mentre dai semi si ricava olio e i boccioli erano usati a fini medicali. Nota per la sua robustezza, era pure utilizzata nelle costruzioni, e persino per gioco. Ellora è situata nello Stato indiano di Maharashtra.

Lo studio “Cannabis sativa (Cannabaceae) in ancient clay plaster of Ellora Caves, India”, di Manager Rajdeo Singh e Milind M. Sardesai, è stato pubblicato su Current Science.
Link: Current Science (PDF)The History Blog; Times of India; Discovery News; Daily Mail.
Il Santuario di Lankeshvara, Tempio della grotta di Kailasanatha (Grotta XVI) da Ellora, foto scattata attorno al 1874, di Jo. Johnston (http://www.columbia.edu/itc/mealac/pritchett/00routesdata/0600_0699/ellora/lanka/lanka.html), da WikipediaPubblico Dominio.
La Grotta 12, foto di Arun SagarTeen Taal, Ellora Cave 10 (archived), da WikipediaCC BY 2.0.